2020

1

novembre

Pubblicato il nuovo libro di Aurelio Manzi: I progenitori delle piante coltivate in Italia

I parenti selvatici dei vegetali in coltura per uso alimentare, il processo di domesticazione e la salvaguardia.

Prefazione di Luciano Di Martino, Direttore Ente Parco Nazionale della Majella - Presentazione di Sara Magrini, Presidente RIBES - Rete Italiana banche del germoplasma per la conservazione ex situ della flora italiana

 

L’Italia è una terra che vanta una biodiversità vegetale eccezionale, che non trova riscontro in Europa. La sua flora annovera anche innumerevoli specie considerate i progenitori selvatici di piante coltivate per i più svariati usi. Il volume indaga sui parenti selvatici delle piante in coltura ad uso alimentare che vegetano nel nostro Paese. Ne illustra il processo di domesticazione e le prime fasi di coltivazioni. Per diverse specie, le prime esperienze di coltivazione sono state intraprese proprio in Italia, sia nella preistoria che nei tempi successivi, in particolare nel periodo romano e nel Rinascimento. L’Italia può vantare il primato della domesticazione di svariate colture anche impensabili come nel caso del papavero da oppio, di numerosi ortaggi, legumi e diverse specie di alberi fruttiferi. Inoltre, le forme selvatiche hanno concorso con i loro geni alla nascita e selezione di numerose varietà coltivate tra cui alcuni vitigni autoctoni, cultivar di olivo, alberi fruttiferi e piante orticole, concorrendo in maniera determinante alla formazione del cospicuo patrimonio agronomico della Nazione, fondamento solido e irrinunciabile della nostra civiltà agricola.

Nel testo vengono esaminate la distribuzione dei progenitori delle piante coltivate, le caratteristiche ecologiche e le problematiche connesse alla loro salvaguardia. Questi vegetali rappresentano, tuttora, uno straordinario patrimonio genetico e culturale con grandi potenzialità agronomiche e, più in generale, economiche che possono trovare riscontro anche per affrontare i grandi cambiamenti ambientali e sociali in atto nel pianeta. Costituiscono una componente strategica del patrimonio biologico della Nazione che ha concorso, in maniera determinante, allo sviluppo delle diverse civiltà che si sono succedute e alle complesse ed affascinanti vicende storiche del nostro Paese.

Prezzo di copertina 30 euro. In vendita nelle librerie e online.

Per informazioni: info@metaedizioni.it

 
2019

14

luglio

In libreria con “UN POVERO CRISTO” di Michele Tanno

Michele Tanno, studioso della civiltà contadina molisana, narra le vicende umane di Michele D’Andrea da San Biase (Campobasso) in un racconto fortemente realistico che evoca l’angustia della povertà. Prefazione di Padre Nando Simonetti, docente di Teologia morale e guardiano del Convento S. Antonio di Lanciano (Ch).

 

 
2017

10

novembre

AMORE EMANA è il nuovo libro di Anila Hanxhari

Con prefazione di Davide Rondoni, AMORE EMANA, dialogo in versi sull’amore, è il nuovo libro dell’autrice di origine albanese ANILA HANXHARI.

Sarà presentato per la prima volta al pubblico Domenica 12 novembre 2017 alle ore 11,00 presso lo Spazio Matta di Pescara in occasione del FLA Festival delle Letterature dell’Adriatico 2017.

Interverranno numerosi artisti con performance varie a supporto di questa novità editoriale, segno di amicizia e di grande collaborazione con la nostra autrice.

Oltre all’autrice, saranno presenti

Davide RONDONI, poeta,
Michele MONTANARO scultore, istallazioni,
JUAN CARLOS pittore,
Luca DRAGANI flauto dolce, Eugenio CARONNA chitarra,
Enzo Francesco TESTA, fotografo

 
Pagina 1 di 1212345...10...Ultima »

Mondo libro

news dal mondo dei libri